Iran, Lavrov: nel Golfo rischiamo "scontro militare su larga scala"

Sim

Roma, 26 lug. (askanews) - La tensione nel Golfo Persico è arrivata a un punto che si rischia "uno scontro militare su larga scala". Questo il monito lanciato oggi dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, nell'incontro avuto in Brasile con i suoi omologhi degli Stati Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica).

"Le iniziative contro l'Iran hanno alimentato tensioni crescenti nell'area del Golfo Persico - ha detto Lavrov, citato dall'agenzia di stampa Ria Novosti - la situazione è ora a un punto pericoloso, con uno scontro militare su larga scala che appare sempre più possibile. Bisogna scongiurare che avvenga".

"La Russia sta chiedendo che si torni il prima possibile a una distensione nella regione - ha aggiunto - perchè si concretizzi tale obiettivo, abbiamo messo a punto un piano per la sicurezza collettiva e la cooperazione nella regione del Golfo Persico. E ci aspettiamo che i nostri partner Brics lo sostengano".

(segue)