Iran nega di aver voluto insabbiare abbattimento volo ucraino

Bea

Roma, 13 gen. (askanews) - Il governo iraniano ha negato di aver voluto operare un "insabbiamento" dopo che le forze armate hanno atteso giorni prima di ammettere di aver abbattuto per sbaglio un aereo di linea ucraino la scorsa settimana, uccidendo 176 persone. La dichiarazione arriva dopo la seconda serata di proteste a Teheran contro il regime per l'abbattimento.

Il Boeing 737 della Ukraine International Airlines è stato abbattuto poco dopo il decollo dall'aeroporto di Teheran prima dell'alba di mercoledì. L'aereo diretto a Kiev è stato colpito poche ore dopo che dall'Iran era partita una salva di missili destinata alle base americane in Iraq, in rappresaglia per l'uccisione di un alto generale iraniano.(Segue)