Iran, Qassem Soleimani, uno degli uomini più potenti della regione -4-

Bea

Roma, 3 gen. (askanews) - Soleimani ha contribuito a schiacciare le proteste di piazza in Iran nel 2009. Ma l'emergere del dissenso popolare in Libano, Iraq e Iran negli ultimi mesi ha messo sotto pressione la rete di influenze costruita in vent'anni. Le milizie sotto la sua influenza sono state incolpate delle violenze sui manifestanti a a Baghdad. Soleimani era uscito dall'ombra.

Diciotto mesi prima della sua morte, Soleimani lanciò al presidente Usa Donald Trump un avvertimento pubblico che potrebbe rivelarsi corretto, forse non nel senso inteso da lui. "Mister Trump il giocatore, le dico, sappia che le siamo vicini nel luogo dove lei non pensa che siamo" disse, agitando l'indice, vestito nella divisa verde militare da campo. "Lei comincerà la guerra, ma noi la finiremo".