Iran, secondo giorno di proteste contro il regime -2-

Ihr

Roma, 12 gen. (askanews) - In un atto apparentemente simbolico, un video mostra degli studenti che fanno attenzione a non camminare sulle bandiere statunitensi e israeliane dipinte sul terreno all'Università Shahid Beheshti di Teheran.

In alcuni filmati sui social media, si possono ascoltare i manifestanti che intonano slogan anti-governativi, tra cui: "Stanno mentendo sul fatto che il nostro nemico è l'America, il nostro nemico è proprio qui".

I filmati non autentificati sui social media hanno mostrato applausi e canti dei manifestanti nella piazza Azadi di Teheran - e notizie di scontri con le forze di sicurezza.

Decine di manifestanti sono stati segnalati anche in siti di altre città.

La protesta di migliaia di iraniani a Teheran e in un certo numero di altre città ieri sera e oggi, in cui la gente scandiva slogan come "Comandante in capo delle forze armate, dimettiti", "rende palesemente chiaro che il popolo iraniano vuole il rovesciamento" dei mullah, ha detto ad askanews Shahin Gobadi, portavoce della People's Mojahedin Organization of Iran (MEK) con sede a Parigi.