Iran, uccisa la "ragazza con la coda" simbolo delle proteste anti velo

Hadith Najafi
Hadith Najafi

La "ragazza con la coda", diventata simbolo delle proteste in Iran contro l'obbligo del velo, è stata uccisa dalle forze di sicurezza iraniane durante una manifestazione a Karaj, vicino a Teheran. Hadith Najafi, questo il nome della giovane, aveva appena 20 anni.

L'uccisione della ragazza è stata confermata da vari social e in particolare la giornalista iraniana Masih Alinejad sul suo profilo Twitter: "Sua sorella mi ha detto che aveva solo 20 anni ed è stata uccisa da 6 proiettili nella città di Karaj".

VIDEO - Morte di Mahsa Amini: attiviste in topless davanti all’ambasciata iraniana a Madrid

Sul web era diventato virale un video nel quale si vedeva Hadith Najafi, senza velo, mentre si legava i lunghi capelli biondi prima di una manifestazione.

La scia di accese proteste in Iran - che hanno già provocato 700 arresti e 50 morti - sono partite dopo la morte di Mahsa Amini, la 22enne deceduta lo scorso 16 settembre a Teheran in seguito al suo arresto da parte della polizia religiosa iraniana: la sua unica colpa, non avere indossato correttamente l'hijab, il velo obbligatorio per le donne iraniane.

VIDEO - L'Europa non ignora la morte di Amini. Proteste a Parigi e Stoccolma

LEGGI ANCHE: Iran, perché le proteste per la morte della giovane Mahsa Amini sono diverse dalle altre