Iraq, Amnesty: ripresa repressione, 600 manifestanti uccisi -6-

red/Mgi

Roma, 24 gen. (askanews) - Accanto alla Forza shock hanno agito diverse altre unità delle forze di sicurezza: "Ho visto molte persone venire immobilizzate a terra e picchiate, alcuni avevano 14-15 anni. Quando tornavano nella zona dove era concentrato il grosso delle proteste, ci mostravano i segni delle bastonate e delle manganellate sulla schiena", ha raccontato un altro testimone.

"Il 21 e il 22 gennaio è andata allo stesso modo. Le forze di sicurezza arrivavano verso le 23 o intorno alla mezzanotte, quando i manifestanti erano di meno, e iniziavano a sparare. Come se fossero venute lì per ucciderci", ha proseguito il testimone.

Amnesty International ha validato filmati che mostrano le forze di sicurezza esplodere proiettili veri contro persone che partecipavano alle manifestazioni di Bassora.