Iraq conferma prima due vittime legate a epidemia coronavirus

Fco

Roma, 5 mar. (askanews) - L'Iraq ha confermato le prime due vittime collegate alla nuova epidemia di coronavirus. Lo riporta il ministero della Sanità di Baghdad.

Una donna con problemi al sistema immunitario e un uomo di 65 anni che soffriva di patologie croniche hanno perso la vita ieri a Baghdad. Ci sono anche notizie contrastanti su un religioso di 70 anni deceduto a Sulaimaniya, nella regione del Kurdistan. Le autorità locali hanno riferito che il suo decesso è stato provocato dal Covid-19, ma il ministero della Sanità nn ha confermato la notizia.

Due parenti del religioso, in quarantena prima della morte, sono risultati positivi alla malattia, secondo le autorità sanitarie curde.