Iraq, manifestanti sfidano coprifuoco a Baghdad: polizia spara -2-

Fco

Roma, 3 ott. (askanews) - Almeno diciotto persone sono state uccise da martedì negli scontri con le forze di sicurezza a Baghdad e in altre città. Migliaia sono scesi in piazza per mostrare la loro rabbia per la dilagante disoccupazione, i servizi carenti e la corruzione.

I manifestanti, che sembrano sprovvisti di una leadership organizzata, hanno raggiunto il numero più consistente da quando, un anno fa, Adel Abdul Mahdi è diventato primo ministro. Nazioni Unite e Stati Uniti hanno espresso preoccupazione per le violenze e sollecitato le autorità irachene a mostrare contegno.