Iraq, Onu denuncia condizioni di trasferimento di 1.600 sfollati

Fth

Roma, 2 set. (askanews) - Le Nazioni Unite hanno denunciato oggi le condizioni con le quali Baghdad ha trasferito 1.600 sfollati in Iraq, dove le autorità stanno cercando di chiudere i campi il più presto possibile a dispetto delle critiche di attivisti per la difesa dei diritti umani.

"La mancanza di organizzazione e comunicazione con le comunità interessate e i partner umanitari è preoccupante", ha dichiarato la coordinatrice umanitaria delle Nazioni Unite in Iraq, Marta Ruedas, in una nota. Negli ultimi dieci giorni, le autorità irachene hanno iniziato a trasferire "circa 300 famiglie, o circa 1.600 persone", da varie province dell'Iraq alla loro regione natale, Ninive, nel Nord-ovest del Paese dove si trova Mosul, l'ex autoproclamata "capitale" irachena del gruppo dello Stato Islamico (Isis).(Segue)