Iraq, Onu denuncia condizioni di trasferimento di 1.600 sfollati -3-

Fth

Roma, 2 set. (askanews) - "Nonostante questi fatti inquietanti", le forze dell'ordine "hanno confiscato i loro documenti di identità e hanno detto che sarebbero stati restituiti a loro solo una volta a bordo dei convogli", afferma l'ONU. Queste famiglie, sospettate da molti come parenti dei jihadisti, vivono già sotto la minaccia di ritorsioni nei campi, ha affermato l'ONU. Domenica, "tre granate sono state lanciate dall'esterno nel campo di Bassatine" a nord di Baghdad.

Mercoledì scorso, giornalisti dell'AFP hanno visto le forze di sicurezza irachene scortare donne e bambini sfollati verso una dozzina di autobus per lasciare il campo di Hammam al-Alil. Alcuni avevano detto all'agenzia che non avevano un posto dove andare perché la loro casa era stata distrutta nei combattimenti tra truppe irachene e jihadisti.(Segue)