Iraq, riprende protesta contro il governo, 8 manifestanti morti -3-

Bea

Roma, 25 ott. (askanews) - Secondo la Banca Mondiale un iracheno su cinque vive in povertà e un giovane su quattro è disoccupato, nel Paese secondo produttore di petrolio dell'Opec, che secondo Transparency International è il dodicesimo stato più corrotto al mondo. La principale autorità religiosa sciita irachena, l'ayatollah Ali al-Sistani ha detto fino a oggi ad Abdel Mahdi per rispondere alle richieste dei manifestanti. In un sermone molto atteso, un emissario di Sistani ha chiesto a dimostranti di "controllarsi", avvertendo del "caos" se le violenze fossero scoppiate di nuovo. Il sermoen è sembrato riprendere il pacchetto di riforme elaborato da Abdel Mahdi, che comprende una campagna anticorruzione e iniziative per l'occupazione e la previdenza sociale. (Segue)