Iraq, Sereni: condividere scelte all'interno della coalizione -2-

Pol-Afe

Roma, 8 gen. (askanews) - "A questo proposito - ha sottolineato Sereni - dobbiamo per prima cosa ritrovare le ragioni dell'Occidente e capire che l'interesse nazionale non si difende con il sovranismo. Dobbiamo invece dare risposte su una scala che vada oltre i confini nazionali. L'Unione europea in questi anni si è sicuramente indebolita, non per colpa della 'Signora Europa' ma di governi, non solo guidati da leader sovranisti, che non hanno voluto compiere fino in fondo la scelta di cedere una parte della propria sovranità in politica estera e di difesa. Bisogna dunque - ha spiegato la vice ministra - fare una battaglia perché in Europa si condividano scelte comuni. L'Europa per esempio potrebbe avere spazio nel cercare di salvare quello che resta dell'accordo sul nucleare con l'Iran che Teheran ha annunciato di voler abbandonare definitivamente. Se su questo e su altro Europa e Stati Uniti si divaricano, non è che l'Occidente si rafforzi. Magari gli Usa possono transitoriamente propendere a occuparsi molto di se stessi e poco del mondo, ma quando poi scoppia una crisi come quella attuale, - ha concluso Sereni - avere un rapporto positivo nella Nato e con l'Ue è nel pieno interesse di Washington".