Iraq, sostenitori milizia filoiraniana lasciano ambasciata Usa

Sim

Roma, 1 gen. (askanews) - I sostenitori della milizia filorianiana Kataib Hezbollah che hanno trascorso la notte fuori l'ambasciata americana di Baghdad hanno cominciato a lasciare l'area, affermando di aver vinto e che ora punteranno al ritiro delle truppe americane dall'Iraq per via parlamentare. E' quanto riporta il Washington Post.

La sede diplomatica americana è stata assaltata ieri in risposta ai raid statunitensi di domenica scorsa contro cinque obiettivi, tre in Iraq e due in Siria, controllati dalle Forze di mobilitazione popolare, Kataib Hezbollah, che hanno causato almeno 25 morti e 51 feriti. L'assalto ha spinto il Pentagono a inviare rinforzi. Il segretario alla Difesa, Mark Esper, ha precisato che sono "circa 750 i militari che saranno dispiegati nella regione" come "azione appropriata e di precauzione in risposta all'accresciuta minaccia a personale e strutture degli Stati Uniti, come visto a Baghdad".