Iraq vede la mano di Israele in "alcuni attacchi" su milizie sciite -2-

Fth

Roma, 30 ago. (askanews) - "Le indagini del governo hanno concluso che l'autore di alcuni di questi attacchi è assolutamente, certamente Israele", ha detto ai giornalisti Ahmad al-Assadi, leader di Hashd e portavoce di "Fatah", rifiutandosi di fornire maggiori dettagli sulle prove che hanno portato a tale conclusione. "Il governo sta preparando prove e documenti sufficienti per presentare una denuncia al Consiglio di sicurezza (ONU). Non presenterà un reclamo contro un'entità sconosciuta", ha aggiunto.

Hashd al-Shaabi è stato formato nel 2014 da gruppi sciiti armati per combattere i jihadisti del gruppo dello Stato islamico (Isis). È, tuttavia, contrario alla presenza delle forze statunitensi schierate in Iraq come parte della coalizione internazionale anti-jihadista guidata dagli Stati Uniti. Le forze al Hashd al Shaabi operano ufficialmente nell'esercito iracheno, ma gli Stati Uniti e Israele temono che alcune delle sue unità possano essere un'estensione del loro nemico comune, l'Iran.(Segue)