Iraq, Washington accusa Baghdad di non "proteggere gli americani" -2-

Fth

Roma, 30 dic. (askanews) - L'alto funzionario ha ricordato che l'esercito e i diplomatici americani sono lì "su invito del governo iracheno". "E quindi loro responsabilità e dovere proteggerci. E non hanno preso le misure adeguate per questo", ha deplorato l'alto funzionario, a condizione di anonimato.

Numerosi attacchi attribuiti dagli Stati Uniti a milizie filo-iraniane nelle ultime settimane hanno preso di mira basi in cui gli americani sono presenti in Iraq. Venerdì scorso, 36 razzi hanno colpito una di queste basi nel centro del paese, uccidendo un subappaltatore americano e ferendo soldati americani. Per rappresaglia, l'esercito americano ha effettuato attacchi aerei domenica contro le basi di una fazione filo-iraniana di al Hash al Shabii, una coalizione di paramilitari integrata nelle forze irachene. L'Hashd ha affermato che i raid hanno causato la morte di 28 miliziani.(Segue)