Irlanda, conteggio voti in corso, Sinn Fein davanti a tutti

vgp

Roma, 10 feb. (askanews) - Mentre il conteggio dele voto di sabato in Irlanda è ancora in corso, i risultati accertati finora danno il partito nazionalista del Sinn Fein in testa con circa due punti percentuali sui centristi del Fianna Fail. La leader del partito Mary Lou McDonald, presidente della Sinn Féin, ha parlato di "una sorta di rivoluzione nell'urna" e, indubbiamente, come scrive la stampa irlandese, la "spettacolare vittoria" della formazione della sinistra "rimodella il paesaggio politico dell'isola".

Lo spoglio effettivo al momento dà il 24,5% al Sinn Fein rispetto al 22,2% del Fianna Fáil e al 20,9% del Fine Gael del premier Leo Varadkar, altro partito di centro che da un secolo si spartisce il potere con il Fianna Fail. Con questi dati nessun partito ha la maggioranza assoluta per formare il governo da solo.

Il Sinn Féin ha presentato 42 candidati nelle 39 circoscrizioni multi-sede, circa la metà sia di Fine Gael che di Fianna Fáil, il che avrà un effetto a catena sul numero di seggi che può ottenere nel Dáil a 160 posti (parlamento irlandese) dove sono necessari 80 seggi per la maggioranza.

Varadkar ha detto che il suo partito ha sempre escluso la formazione di una coalizione con Sinn Féin "in gran parte a causa delle loro politiche in materia di criminalità, tasse e il modo in cui l'economia e la società dovrebbero essere gestite e anche le nostre profonde preoccupazioni per le loro strutture democratiche".

Il leader di Fianna Fáil, Micheál Martin, non ha invece escluso di lavorare con Sinn Féin, ma ha affermato che esistono ancora "incompatibilità significative".