Irlanda, pesca in forte crisi per colpa della Brexit

Irlanda, pesca in forte crisi per colpa della Brexit

Tre anni dopo l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea, l'industria della pesca irlandese ne sta ancora subendo le conseguenze.

In base all'accordo commerciale e di cooperazione post-Brexit, gli europei devono trasferire gradualmente parte delle loro quote di pesca al Regno Unito.

L'Irlanda è uno dei Paesi più colpiti da questi tagli, in quanto perderà il 15% delle sue quote entro il 2025.

"Siamo stati sacrificati per l'accordo commerciale con il Regno Unito - dice Patrick Murphy, CEO dell'Irish South & West Fish Producer's Organization - vedremo persone devastate per questo.

Generazioni e generazioni di persone che hanno pescato forse per 100 anni, non rimarrà nessuna di quella famiglia che pesca, saranno costrette a lasciare l'industria che amano: è solo un crimine contro di noi, ad essere onesti".

Il governo irlandese, con l'aiuto dell'Unione europea, ha recentemente istituito un programma per "ripristinare l'equilibrio tra la capacità della flotta peschereccia e le quote disponibili".

Peter Morrison/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
AP Photo - Peter Morrison/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.

Secondo quanto riferito, delle 180 barche del Paese per la pesca del lavarello, 64 hanno fatto domanda per il programma:19 di queste provengono dal piccolo villaggio di Castletownbere, nella contea sudoccidentale di Cork.

Alan, pescatore, è uno dei candidati.

"Questa barca e quelle qui accanto sono tutte in disarmo - dice - nessuno sa ancora se saranno accettate, nessuno sa quanto guadagnerà una barca.

Speriamo tutti di ottenere il valore di mercato per la barca e la nostra licenza, ma da quello che ci è stato detto in giro non otterremo molto".

Molti qui temono che la perdita di pescherecci avrà un effetto a catena su centinaia di persone.

"In questa fabbrica - dice John Nolan, direttore della Castletownbere Fisherman's Co Op - probabilmente perderemo il 25-30% del nostro personale, e questo per la nostra comunità è assolutamente disastroso.

La città dipende per l'85% dalla pesca per la nostra sopravvivenza: non c'è alternativa, è una zona molto bella, abbiamo una terra molto povera e dipendiamo solo dal mare".

Questo giovedì alle 21:45 e per tutto il fine settimana, la storia approfondita andrà in onda su Euronews Witness.