Irlanda a rischio terremoto politico con il sorpasso del Sinn Fein -2-

Bea

Roma, 5 feb. (askanews) - "E' un tipo di elezione diversa. Sono colpita da quante persone dicono apertamente che vogliono cambiare" ha detto McDonald a Reuters. "Penso che sia passata l'idea che dopo un secolo c'è vita e politica oltre il Fine Gael e il Fianna Fail". I manifestini elettorali menzionano nel programma del partito la riunificazione con l'Irlanda del Nord, ma in secondo piano rispetto alle promesse sui costi delle abitazioni e degli affitti, la cura dei figli e i costi assicurativi.

In Irlanda del Nord il Sinn Fein condivide il potere con il filobritannico DUP nel quadro degli accordi del 1998 che posero fine a trent'anni di guerra civile nella provincia britannica. Non ha mai governato nella Repubblica d'Irlanda, dove Adams lo ha condotto al terzo posto a seguito del devastante crollo dell'immobiliare dieci anni fa e dove nel voto del 2016, vinto dla Fine Gael, ha ottenuto il 14%. Nel sondaggio Ipsos Mrbi di lunedì il Sinn Fein era al 25%, il Fianna Fail al 23% e il Fine Gael al 20%, ma dato che ha solo 42 candidati, non potrà occupare più di un quarto dei seggi nel Parlamento irlandese. E i rivali Fine Gael e Fianna Fail, che candidano molte più persone, si sono sempre rifiutati di governare con i nazionalisti, che accusano di essere l'ala politica dell'IRA.(Segue)