Irregolare africano senza biglietto e con coltello attacca gli agenti

roma termini

Un uomo di origini africane ha tentato di salire su un treno ad alta velocità senza biglietto, a Roma Termini, ma è stato fermato dagli agenti della polizia. L’uomo li ha aggrediti e stava per tirar fuori un coltello, che nascondeva in tasca.

La vicenda

Un uomo di 20 anni della Guinea ha tentato di salire su un treno ad alta velocità Italo Ntv senza biglietto in partenza da Roma Termini, quando è stato fermato dagli agenti della polizia ferroviaria. L’africano si è scagliato contro di essi, furioso di esser stato scoperto, e stava per tirare fuori un coltello da 23 centimetri. Per fortuna è stato bloccato in tempo. L’uomo è stato arrestato ieri per i reati di resistenza, lesioni e possesso di oggetti atti ad offendere.

Durante l’aggressione l’africano tirava calci e pugni agli agenti che lo avevano invitato a scendere dal treno, infliggendo loro alcune ferite. Son stati ricoverati all’ospedale San Giovanni Addolorata con giorni di prognosi che vanno dai cinque ai sette.

L’aggressore è stato portato in tribunale a Roma e, in seguito al rito diretto, è stato condannato a 9 mesi di custodia cautelare in carcere. L’uomo è stato subito trasferito nel carcere di Rebibbia.

Casi precedenti

Non è la prima volta che un evento del genere avviene, soprattutto a Roma. Un caso analogo vede sempre la capitale italiana protagonista del caso di un’aggressione da parte di un uomo canadese di 27 anni senza biglietto di viaggio del treno. Quando l’uomo è stato fermato dai controllori, li ha spintonati e aggrediti con una spranga di ferro. E’ stato successivamente arrestato dalla polizia.