Irregolarità e corruzione: abbattute le "Twin Towers" indiane

Fine ingloriosa in diretta tv per le cosiddette "Twin Towers" di Noida, in India.

Nuvola di polvere e detriti

I due grattacieli, alti circa 100 metri, alla periferia sud-est di New Delhi, sono state abbattuti in pochi secondi, con un'implosione programmata, in un'immensa nuvola di polvere e detriti.

Decisione della Corte Suprema

I 32 piani di "Apex" e il 29 di "Ceyane", contenenti tra loro quasi 1.000 appartamenti mai abitati in nove anni di contenziosi legali, sono stati abbattuti perchè costruiti illegalmente dal costruttore Supertech Limited, ottenendo i permessi - ha appurato un tribunale . in seguito alla corruzione di funzionari pubblici.

L'abbattimento delle torri è avvenuto dopo che la Corte Suprema dell'India ha ritenuto che il costruttore, in collusione con funzionari governativi, avesse violato le leggi che vietavano la costruzione entro una certa distanza dagli edifici vicini.

La Corte Suprema ha affermato, inoltre, che anche la costruzione delle due torri era illegale perché il costruttore non aveva ricevuto il consenso obbligatorio da altri proprietari di appartamenti della zona.

Prima della demolizione, le torri erano circondate da impalcature, recinzioni, barricate e coperture speciali per bloccare la polvere dalle circa 88.000 tonnellate di detriti che sarebbero state generate,
Lo smaltimento di tutti i detriti richiederà circa tre mesi.

I residenti dovrebbero tornare nell'area già domenica sera, dopo che gli esperti avranno esaminato l'impatto della demolizione.
Alcuni appartamenti si trovano a soli nove metri dal luogo dell'esplosione e la distanza di sicurezza richiesta è di 20 metri.

Video AFP
Le torri non ci sono più. (Noida, 28.8.2022) - Video AFP

Secondo i media locali, le implosioni controllate - che hanno utilizzato 3.700 chilogrammi di esplosivo - sono state la più grande demolizione nella storia dell'India fino ad oggi.

L'evacuazione attorno alle "torri della vergogna"

Migliaia di persone, oltre ai cani randagi delle strade, hanno dovuto essere evacuate prima dell'esplosione, anche dai grattacieli vicini, uno dei quali sarebbe stato - come scritto sopra - a soli nove metri di distanza.

Non ci sono state segnalazioni immediate di feriti o danni agli edifici vicini, ma un funzionario locale ha detto ai giornalisti che l'operazione era andata "in gran parte come previsto".

I media indiani hanno riportato dettagli minuziosi della demolizione, incluso il numero di fori praticati per le cariche (9.642) e il volume di detriti creati (80.000 tonnellate).

Il canale televisivo Times Now, che - come altri - ha eseguito un conto alla rovescia e ha mostrato la diretta della demolizione domenica mattina, ha definito l'evento la "madre di tutte le demolizioni delle torri della vergogna".

La polizia dovuto chiudere una trafficata superstrada adiacente ai due grattacieli, dove sabato centinaia di automobilisti si erano fermati per fare gli ultimi selfie "ricordo", con le torri sullo sfondo.

Video AFP
L'intera zona senza più le torri. (Noida, 28.8.2022) - Video AFP

Lo dice il Guinness dei Primati...

Secondo il "Guinness World Record", l'edificio più alto del mondo demolito con esplosivi, fino ad oggi, si trovava ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi: era alto 165 metri ed è stato abbattuto il 27 novembre 2020.