Irrigazione 4.0, inaugurata Cascina San Giuliano nel bergamasco

·3 minuto per la lettura
featured 1524190
featured 1524190

Bergamo, 8 ott. (askanews) – Una cascina completamente ristrutturata che sarà ora sede del primo centro italiano di formazione permanente per l’irrigazione 4.0, ovvero una irrigazione attenta all’ambiente e al green ma anche con uno sguardo all’innovazione e alla tecnologia. E’ stata inaugurata, nel bergamasco, la Cascina San Giuliano, a Medolago.

Dopo anni di ristrutturazione, grazie a un progetto di recupero, ora è un centro polifunzionale moderno e tecnologico, pur nel rispetto delle caratteristiche architettoniche originarie. La struttura tipica della Cascina lombarda è stata mantenuta e valorizzata, alla quale sono stati aggiunti degli elementi moderni proprio a sottolineare la fusione tra passato e futuro.

Oltre alla centrale di controllo dell’impianto di irrigazione 4.0, sono presenti gli uffici tecnici del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, diverse aule per incontri, confronti, riunioni e laboratori didattici, un punto ristoro e infine una grande sala convegni polivalente.

“Il consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca – spiega il presidente del Consorzio Franco Gatti – è relativamente giovane nel panorama italiano, ma è un Consorzio che ha vinto numerose sfide. Sul fronte della bonifica, sono parecchie le opere che hanno risolto i numerosi casi di allagamento e hanno contribuito a rendere più sicuro questo territorio. L’abbiamo vinto anche sul fronte dell’irrigazione con un’idea geniale nella realizzazione del canale Adda-Oglio, unendo i due grandi fiumi. E da questo stiamo arrivando all’irrigazione 4.0: un’irrigazione di precisione, anche perché l’agricoltura è chiamata a una sfida importante. Produrre di più, produrre meglio, consumando meno risorse. Questa è la sfida che abbiamo nei prossimi anni”.

A testimoniare la lungimiranza di questa innovativa idea, i finanziamenti ricevuti dal Ministero dell’Agricoltura: in totale sono più di 13 i milioni investiti. L’Agricoltura 4.0 rappresenta l’evoluzione del concetto di “agricoltura di precisione” che viene utilizzato per definire interventi mirati e specifici in campo agricolo.

Il Consorzio di Bonifica, in collaborazione con una società specializzata nel settore degli impianti tecnologici, ha messo in campo un innovativo sistema per il monitoraggio, la supervisione e il telecontrollo del prelevamento e distribuzione delle acque derivate dal fiume Adda che facilita la gestione della risorsa idrica necessaria all’irrigazione delle coltivazioni. Il progetto coinvolge dodici comuni del comprensorio dell’Isola Bergamasca: Medolago, Solza, Calusco d’Adda, Terno d’Isola, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Chignolo d’Isola, Mapello, Suisio, Madone, Filago, Bottanuco e Capriate San Gervasio.

Dalla centrale è possibile monitorare la pressione dell’acqua che scorre nelle tubazioni sotterranee ed ogni singolo gruppo è provvisto di misuratori di portata così da poter contabilizzare in maniera corretta l’acqua utilizzata in ogni singolo punto di distribuzione. In questo modo il Consorzio può controllare la quantità di acqua erogata, senza nessuna dispersione e con una distribuzione omogenea nelle fasce orarie indicate ad ogni singolo utente. Le erogazioni possono essere programmate anticipatamente e comandate automaticamente dalla sala di controllo. Grazie a questo nuovo sistema di supervisione, il personale del Consorzio ha ridotto in maniera drastica la gestione e il ripristino degli allarmi per i guasti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli