Ischia, “Perché ci guardi?”: ragazza viene colpita e ferita al volto

ischia aggressione

Folle rissa nell’isola d’Ischia, dove due ragazzi hanno aggredito verbalmente e ferito due ragazze che avrebbero provocato e che avrebbero risposto a tono. I due amici, entrambi di Roma, erano ubriachi: subito raggiunti e denunciati dai carabinieri, sono stati successivamente condotti in caserma. Tanta paura e qualche livido per una delle due ragazze, soccorsa successivamente dal 118.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Incidenti stradali, numeri drammatici per i giovani

Ischia, ragazza viene ferita al volto

Perché ci guardi?”, tanto è bastato a far scatenare i problemi. Nell’isola d’Ischia è andata in onda una vera e propria follia alcolica, che ha visto protagonisti due ragazzi – un 28enne romano con precedenti e un 19enne di Forio d’Ischia con domicilio a Roma, entrambi in vacanza nella bella isola. In una località che registra sempre più episodi di violenza collegati spesso ad eccessi alcolici e di sostanze stupefacenti, questa volta le vittime hanno preso un bello spavento quando hanno visto avvicinarsi i due amici. Entrambi, dopo una lunga nottata in discoteca tra alcool e numerosi bicchieri, sarebbero andati ad infastidire i cittadini locali che si trovavano nei bar del porto d’Ischia. Lì avrebbero notato le vittime, due ragazze ed un ragazzo, seduti ad un tavolino: “Mi stai guardando? Perché ci guardi?”, avrebbe così iniziato il 28enne romano contro una delle due ragazze, una 22enne di Pomigliano d’Arco, che è poi caduta nelle provocazioni del ragazzo, rispondendo a tono. Una violenta lite tra uomini e donne è così scaturita nel giro di pochi istanti, ed ha visto il 28enne prima ribaltare il tavolino dove erano seduti i giovani, poi colpire la ragazza in volto con la bottiglia di birra che aveva in mano. Il 19enne le ha invece rubato il cellulare, gettandolo – pochi metri più in là, in mare.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: I numeri del femminicidio

L’intervento dei carabinieri

Le vittime dell’aggressione hanno provveduto ad avvertire immediatamente il 112 al termine della lite. Sul posto i carabinieri locali e quelli della stazione di Ischia, insieme al personale del 118 giunto per prestare soccorso alla ragazza colpita dalla bottiglia. Per lei un grande spavento ed alcune lesioni che – hanno rassicurato i medici, saranno guaribili nel giro di pochi giorni. Identikit e testimonianze alla mano, sono partite le ricerche dei due ragazzi, individuati poco dopo nel tentativo di spingere il loro motorino poiché rimasti a piedi. I carabinieri li hanno identificati e condotti in caserma, dove sono stati prontamente denunciati per rapina impropria e lesioni. I sommozzatori hanno provveduto a recuperare il telefono della ragazza, poi restituitole.