Isgrò, Pistoletto e Pomodoro in mostra al Mims

(Adnkronos) - Le cancellature di Emilio Isgrò, insieme agli specchi di Michelangelo Pistoletto e le sculture di Arnaldo Pomodoro in mostra al Mims. Dopo il Quirinale, il palazzo di via Nomentana si apre all'arte contemporanea con 26 opere di 14 artisti italiani contemporanei. L'iniziativa voluta dal ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, aprirà le porte al pubblico una volta al mese per visite guidate alla collezione.

''Il mio approccio con l'arte contemporanea è dinamico e amo confrontarmi con le opere -spiega Giovannini-. Mi è capitato, mentre ammiravo un'opera di Salvator Dalì a Madrid, di ascoltare un gruppo di bambini con il loro maestro che gli chiedeva di descrivere cosa vedevano nel quadro. Le risposte erano sorprendenti, loro vedevano cose che non riuscivo a vedere. Questo è un ministero che si confronta ogni giorno con la visione del futuro, perchè costruiamo infrastrutture sostenibili a beneficio della collettività''.

''L'idea di esporre creazioni pittoriche, sculture e installazioni all'interno dellla sede del Mims -spiega Giovannini- nasce da quanto realizzato dal Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica con 'Quirinale Contemporaneo' e ha lo scopo di mostrare a chi frequenta il ministero e al pubblico in generale l'espressione dell'eccellente creatività italiana del periodo repubblicano e di arricchire le collezioni storiche già presenti in sede, esaltandone il pregio''.

''Gli artisti e le artiste hanno aderito con entusiasmo al progetto -spiega l'arrichetto e curatrice della mostra Renata Cristina Mazzantini- condividendo la finalità di valorizzazione della loro arte, che sarà ospitata in alcuni uffici di Villa Patrizi e ammirata da centinaia di dipendenti e ospiti che li frequentano ogni giorno''.

Le opere d'arte di Maestri di riconosciuto valore, come Emilio Igrò, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Giosetta Fioroni, Guido Strazza, Grazia Varisco sono esposte con le generazioni di artisti più giovani come Chiara Dynys, Giovanni Frangi, Paola Pezzi, Pietro Ruffo e Sissi. Alcune opere sono installate all'ingresso dell'edificio, negli ambienti di rappresentanza, nella stanza del ministro e negli uffici dello staff di Gabinetto, nei corridoi e negli spazi di accoglienza degli ospiti, che potranno così apprezzarne il fascino durante la loro permanenza.

Per consentire agli interessati di accedere alla mostra, il Mims organizzerà visite guidate mensili su prenotazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli