Isis, nuovo leader è uno dei fondatori, fautore della linea dura

Bea

Roma, 20 gen. (askanews) - I servizi di intelligence occidentali e locali hanno confermato che il nuovo leader dell'Isis, dopo la morte di Abu Bakr al-Baghdadi, è Amir Mohammed Abdul Rahman al-Mawli al-Salbi, uno dei fondatori del gruppo terrorista e il responsabile della schiavitù della minoranza yazida in Iraq. Secondo il quotidiano britannico The Guardian, che cita due fonti d'intelligence, al Salbi è stato nominato leader poche ore dopo la morte di al-Baghdadi a ottobre in un raid Usa nel nordovest della Siria. Il nome annunciato dal gruppo per il nuovo leader all'epoca fu di Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi, un nome di battaglia non riconosciuto da altri leader o dalle agnezie d'intelligence.

Ma nei tre mei dal raid che ha ucciso al Baghdadi, la figura di Al Salbi è stata tratteggiata dalle spie occidentali e locali, che lo hanno messo al centro del processo decisionale e lo dipingono come un veterano incallito come al Baghdadi, dotato di una fiducia incrollabile nel gruppo estremista. (Segue)