Isis, portavoce Dipartimento Stato Usa; grati a Italia per aiuto -2-

Red/Fco

Roma, 8 gen. (askanews) - "Siamo grati che non ci siano state vittime di nessun Paese delle forze di coalizione che si trovano in Iraq", ha aggiunto Ortagus. Che ha escluso l'ipotesi di ritiro dall'Iraq.

"Il Presidente ha ereditato una situazione di caos nel Medio Oriente", ha spiegato, "Purtroppo c'era un genicidio in Siria, dove migliaia di persone musulmane sono state uccise, e apparentemente la responsabilità era proprio di Qasem Soleimani. Abbiamo ereditato una situazione in Medio Oriente dove la Russia la faceva da padrone e c'era un califfato creato dall'Isis, quindi all'improvviso era importante distruggere quel califfato e quel possesso territoriale dell'Isis. Lo abbiamo fatto, ma la lotta continua ed è per questo che siamo grati a tutti i partner della coalizione, inclusa l'Italia, per l'aiuto che ci danno".