Islanda, nuova eruzione vulcanica ad appena otto mesi dall'ultima

Un vulcano nel sud-ovest dell'Islanda ha ricominciato ad eruttare mercoledì, a soli otto mesi dalla fine della sua ultima eruzione.

L'Ufficio meteorologico islandese ha invitato la popolazione a non avvicinarsi al vulcano Fagradalsfjall, che si trova a circa 32 chilometri a sud-ovest della capitale Reykjavik.

L'eruzione in una valle disabitata non è lontana dall'aeroporto di Keflavik, il centro del traffico aereo internazionale dell'Islanda. L'aeroporto è rimasto aperto e nessun volo è stato interrotto.

Un video in diretta dal sito ha mostrato la fuoriuscita di magma da una stretta fessura lunga circa 100-200 metri su un campo di lava proveniente dall'eruzione dello scorso anno, la prima nella penisola di Reykjanes in quasi 800 anni.

Gli scienziati avevano previsto un'eruzione in qualche punto della penisola dopo che una serie di terremoti avvenuti nell'ultima settimana avevano indicato un'attività vulcanica vicino alla crosta.

Il vulcanologo Magnus Tumi Gudmundsson ha dichiarato all'Associated Press che l'eruzione sembra essere di piccola entità. "Ma non sappiamo a che punto del processo si trovi", ha detto mentre saliva a bordo di un elicottero per dare una prima occhiata.

L'eruzione del 2021 nella stessa area ha prodotto spettacolari colate di lava per diversi mesi. Centinaia di migliaia di persone sono accorse per vedere lo spettacolo.

L'Islanda, situata sopra un punto caldo vulcanico nell'Atlantico settentrionale, ha in media un'eruzione ogni quattro o cinque anni.

Marco Di Marco/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
spettatori osservano la lava scorrere sul vulcano Fagradalsfjall in Islanda mercoledì 3 agosto 2022 - Marco Di Marco/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

La più dirompente in tempi recenti è stata quella del vulcano Eyjafjallajokull nel 2010, che causò l'interruzione dei viaggi aerei tra l'Europa e il Nord America a causa del timore che la cenere potesse danneggiare i motori dei jet. Più di 100.000 rimasero a terra, bloccando milioni di passeggeri.

Le azioni della compagnia aerea islandese di bandiera, Icelandair, sono salite del 6% quando la notizia dell'eruzione è stata diffusa mercoledì. Sia gli investitori che i residenti erano stati spaventati dalla possibilità di un'eruzione molto più pericolosa in un'area popolata della penisola.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli