Esplode palazzina all'Elba, 2 morti

webinfo@adnkronos.com
Una palazzina di due piani è esplosa a Portoferraio, all'Isola d'Elba. Nel crollo, un uomo di 68 anni è morto e la moglie risulta dispersa; tre i feriti estratti dalle macerie e portati in ospedale, due sono in gravi condizioni. La palazzina sarebbe crollata a causa dell'esplosione di una bombola di gas. La coppia risiedeva a Livorno ma veniva spesso in vacanza nell'appartamento che possedeva all'Elba, in via De Nicola. Le tre persone estratte vive, da quanto emerso, fanno parte di un'altra famiglia, residente a Portoferraio: sono una coppia di anziani genitori e la figlia di 46 anni. Quest'ultima e il padre 76enne, che hanno riportato ustioni rispettivamente sul 50 e 90% del corpo, sono stati trasferiti con l'elisoccorso all'ospedale di Cisanello a Pisa dove si trova il centro grandi ustionati. Meno grave la madre 75enne, ricoverata a Portoferraio. Da quanto si è appreso, nella palazzina abitava anche una terza famiglia i cui componenti, padre, madre e figlio, sono riusciti a salvarsi senza riportare ferite. Sul posto i vigili del fuoco del Comando di Livorno che sono intervenuti dalle 4.45 e anche squadre da Piombino e Follonica, oltre alle sezioni operative Usar Light dai Comandi di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Firenze, Prato e Pistoia e unità cinofile. Le ricerche della donna dispersa si stanno concentrando in corrispondenza della camera da letto. A complicare le operazioni dei vigili del fuoco, impegnati con una autogru, il rischio di nuovi crolli. La donna dispersa si troverebbe proprio sotto un tetto precario. E' in corso, dunque, la rimozione di parti pericolanti così da procedere al recupero dell'anziana intrappolata sotto alle macerie.

Una palazzina di due piani è esplosa a Portoferraio, all'Isola d'Elba. Nel crollo, un uomo di 68 anni è morto e la moglie risulta dispersa; tre i feriti estratti dalle macerie e portati in ospedale, due sono in gravi condizioni. La palazzina sarebbe crollata a causa dell'esplosione di una bombola di gas. 

La coppia risiedeva a Livorno ma veniva spesso in vacanza nell'appartamento che possedeva all'Elba, in via De Nicola. Le tre persone estratte vive, da quanto emerso, fanno parte di un'altra famiglia, residente a Portoferraio: sono una coppia di anziani genitori e la figlia di 46 anni. Quest'ultima e il padre 76enne, che hanno riportato ustioni rispettivamente sul 50 e 90% del corpo, sono stati trasferiti con l'elisoccorso all'ospedale di Cisanello a Pisa dove si trova il centro grandi ustionati. Meno grave la madre 75enne, ricoverata a Portoferraio. Da quanto si è appreso, nella palazzina abitava anche una terza famiglia i cui componenti, padre, madre e figlio, sono riusciti a salvarsi senza riportare ferite. 

Sul posto i vigili del fuoco del Comando di Livorno che sono intervenuti dalle 4.45 e anche squadre da Piombino e Follonica, oltre alle sezioni operative Usar Light dai Comandi di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Firenze, Prato e Pistoia e unità cinofile. Le ricerche della donna dispersa si stanno concentrando in corrispondenza della camera da letto. A complicare le operazioni dei vigili del fuoco, impegnati con una autogru, il rischio di nuovi crolli. La donna dispersa si troverebbe proprio sotto un tetto precario. E' in corso, dunque, la rimozione di parti pericolanti così da procedere al recupero dell'anziana intrappolata sotto alle macerie.