Isola di Robinson Crusoe, autorizzata ricerca tesoro, è polemica

Ihr

Roma, 25 set. (askanews) - L'autorizzazione emessa dalle autorità cilene per effettuare delle perforazioni e localizzare un tesoro che avrebbero nascosto i pirati nel diciottesimo secolo sull'isola di Robinson Crusoe, nell'Oceano Pacifico, ha suscitato delle polemiche poichè l'area è protetta. Lo scrive il sito dell'emittente Bfm.

La National Forestry Corporation (Conaf) ha dichiarato di aver autorizzato per la prima volta l'uso di attrezzature di perforazione in questa area protetta, su richiesta di un imprenditore e ricercatore americano, Bernard Keizer.

Quest'ultimo, 69 anni, cerca da più di vent'anni un tesoro che avrebbe dovuto contenere diverse tonnellate di oro e gioielli, che sarebbe stato sepolto sull'isola dai pirati nel 1714.(Segue)