Isola, le dichiarazioni dell'ex naufraga: "Non ci allarghiamo"

·2 minuto per la lettura
Drusilla Gucci
Drusilla Gucci

Ilary Blasi è tornata in onda lunedì 3 maggio 2021 con la quattordicesima puntata della nuova edizione de L’Isola dei famosi. Al suo fianco i tre opinionisti, ovvero Iva Zanicchi, Elettra Lamborghini e Tommaso Zorzi. Una puntata particolarmente intensa, durante la quale si è assistito all’ingresso in studio di Drusilla che si è lasciata andare ad alcune dichiarazioni che non sono passate di certo inosservate. Ecco cosa è successo.

Drusilla Gucci, l’arrivo nello studio

Ilary Blasi ha dato il via alla quattordicesima puntata de L’Isola dei Famosi parlando della nostalgia di casa di Gilles Rocca, che in seguito è stato eliminato. Ma non solo, sempre nel corso della stessa puntata si è assistito al ritorno in studio di Drusilla.

La presentatrice ha quindi affermato: “Ecco in studio la collezionista di ossa“. La Gucci, ricordiamo, aveva chiesto di essere nominata, in quanto non riusciva più a sopportare la fame. Proprio per questo motivo la Blasi ha chiesto: “Hai mangiato? Ti sei ripresa?”. L’ex naufraga ha quindi replicato: “Ancora non ho smesso di mangiare!”.

Drusilla Gucci, le parole su Awed

Dopo essere entrato in studio sulle note di Thriller, Drusilla ha avuto modo anche di parlare di Awed. Quest’ultimo, infatti, è molto dimagrito. A tal proposito l’ex naufraga ha dichiarato: “Io sto benissimo, la denutrizione ti dona. Stai meglio, diciamo che non mangiare ti fa bene”.

“Potrei essere il tuo uomo ideale”, ha quindi replicato lo youtuber. “Non ci allarghiamo”, ha aggiunto la Gucci.

Drusilla Gucci, il post su Instagram

Tornata in Italia dopo la sua esperienza su L’Isola dei famosi, la Gucci ha pubblicato un post su Instagram, che non è passato di certo inosservato. Un messaggio attraverso il quale ha voluto far conoscere il proprio mondo ai suoi tantissimi follower.

Le parole social di Drusilla

A tal proposito, infatti, ha scritto: “Benvenuti nel mondo di Drusilla dove le maledizioni fiorentine prendono vita in pieno giorno e le persone si trasformano in anaconde che si crogiolano al sole. Potreste sviluppare un improvviso interesse per le ossa o i cimiteri oppure guardare con scetticismo l’entusiasmo di chi vi circonda, ma vi assicuro che non è terribile come sembra. Più che altro potreste scoprire che essere se stessi non è poi così male, in fondo. Buona raccolta di ossa a tutti!“.