Isolamento ridotto e possibilità di trascorrerlo come turisti "cool"

·2 minuto per la lettura
Da quarantena a vacanza, la Thailandia la farà fare in crociera
Da quarantena a vacanza, la Thailandia la farà fare in crociera

Da quarantena a vacanza, la Thailandia la farà fare in crociera, con isolamento ridotto in quanto a giorni e la possibilità di trascorrerlo come turisti veri, magari su uno yacht in acque da sogno. La ricetta della Thailandia per fronteggiare l’impatto della pandemia sul turismo nazionale è ardita. Ardita ma necessaria per un paese che sul turismo incardina quasi tutto il suo prodotto interno lordo. E la soluzione è stata quella di intervenire su due piani. Innanzitutto su quello normativo sulle regole anti covid. Come? Con il governo centrale che ridurrà il periodo di isolamento obbligatorio per i viaggiatori da 14 a 7 giorni.

Da quarantena a vacanza, come funzionerà

Poi con una soluzione a metà fra profilassi e jet set. Soluzione per la quale quei giorni potranno essere trascorsi non necessariamente rinchiusi in una camera d’albergo, ma magari a bordo di yacht o piccole navi da crociera. Quindi coloro che risulteranno negativi al test all’arrivo nel Paese, potranno salire a bordo di una nave. E lì potranno trascorrere i giorni di quarantena in modalità paradisiaca. Le prenotazioni sono aperte e il Governo si è già attrezzato. Lo ha fatto con ha previsto l’utilizzo in via sperimentale di cento imbarcazioni al largo di Phuket. Dopo il progetto pilota l’idea è portare la quarantena balneare in altri spot a trazione turistica del paese come Krabi e Chiang Mai.

Braccialetto elettronico e posizione Gps

I turisti dovranno indossare, come in Israele a traino della sua efficacissima campagna vaccinale, un braccialetto elettronico. Servirà per controllare segni vitali, temperatura corporea e la posizione via Gps. Il software è in grado di trasmettere informazioni anche in mare, entro un raggio di 10 chilometri. Il turismo thailandese è stato messo in ginocchio dalla pandemia. Il paese aveva chiuso i confini a marzo 2020, per poi riaprire gradualmente da ottobre.

I precedenti e le aspettative

Tuttavia a dicembre c’era stato un innalzamento dei contagi con l’arrivo della variante e si era dovuti correre ai ripari. La quarantena balneare è solo una delle tante iniziative messe in atto. A gennaio era partita quella per trascorrere la quarantena giocando a golf in un apposito resort Covid. La speranza per il governo? Portare al settore 1,8 miliardi di baht, circa 54 milioni di euro.