Israele è primo nella corsa alla vaccinazione. La Ue resta indietro

·1 minuto per la lettura

AGI - Israele ha già vaccinato più di un milione di cittadini contro il Covid-19, il 12% della sua popolazione, che rappresenta il più alto tasso di immunizzazione al mondo: è quanto risulta dai dati del portale Our World in Data, frutto di una collaborazione con l'Università di Oxford e che misura il numero di persone che hanno ricevuto una prima dose del vaccino Covid. Nello specifico, Israele registra un tasso di 11,55 dosi per 100 abitanti, seguito da Bahrein (3,49) e Regno Unito (1,47), secondo la fonte.

Israele, che aveva ordinato lotti a Pfizer/BioNTech all'inizio della pandemia e ha cominciato le vaccinazioni il 19 dicembre, 'viaggia' a una media di circa 150 mila persone al giorno che ricevono la prima dose. La priorità al momento viene data agli ultrasessantenni, agli operatori sanitari e alle persone clinicamente vulnerabili.

Secondo il premier, Benjamin Netanyahu, il Paese -che è giunto al terzo lockdown dall'inizio della crisi sanitaria - potrebbe lasciarsi alle spalle la pandemia entro febbraio.