Israele, 4.876 giorni in carica, Netanyahu il premier più longevo -2-

Bea

Roma, 20 lug. (askanews) - Come capo del partito di destra del Likud, Netanyahu ha una reputazione di intransigente verso il processo di pace israelo-palestinese. Sebbene abbia ordinato un ritiro parziale degli israeliani dalla città di Hebron, nella Cisgiordania occupata nel 1998, consegnandone la maggior parte all'Autorità Palestinese, è un strenuo oppositore della formula "terra in cambio di pace". Da allora ha dichiarato che non ci saranno più evacuazioni di coloni o di insediamenti ebraici sotto il suo governo, né la creazione di uno stato palestinese a pieno titolo.

Mentre Netanyahu - colloquialmente noto come Bibi - resta popolare con la base del suo partito, iSraele è considerato una figura divisiva, bollato dai critici come venale e autoritario. Per lui la battaglia del voto del 17 settembre è in salita. A sfidarlo un ex capod i stato maggiore delle forze armate, Benny Gantz, e un ex premier, Ehud Barak.