Israele di nuovo al voto, Netanyahu ancora a caccia di seggi -4-

Fco/Dmo/Bea

Roma, 16 set. (askanews) - Nelle fasi finali della campagna elettorale il primo ministro ha lanciato una nuova "bomba" promettendo che se vincerà annetterà parte della Cisgiordania occupata alla frontiera con la Giordania.

Netanyahu ha fatto sapere che applicherà "la sovranità israeliana sulla Valle del Giordano e sul Mar Morto settentrionale". Una promessa che è sicuramente destinata a far presa sui partiti di estrema destra, ma che ha provocato l'ira del mondo arabo e musulmano e la preoccupazione dell'Europa. A condannare l'annuncio di Netanyahu, oltre il presidente palestinese Abu Mazen che ha minacciato di cancellare "tutti gli accordi con Israele", quasi la totalità dei Paesi arabi con in testa Arabia Saudita, Turchia, Giordania nonchè la Lega degli Stati arabi. (Segue)