Israele, dopo fallimento Netanyahu e Gantz ora spetta alla Knesset

Sim

Roma, 21 nov. (askanews) - Grande incertezza sulla scena politica israeliana dopo che anche il leader del partito centrista Blu e Bianco, Benny Gantz, ha rimesso il mandato al presidente Reuven Rivlin, così come aveva fatto un mese fa il premier Benjamin Netanyahu. Ora la Knesset ha 21 giorni di tempo per proporre un candidato che abbia il sostegno di almeno 61 parlamentari e possa così dare vita a un governo di coalizione. Qualora anche il parlamento dovesse fallire, si tornerebbe alle urne per la terza volta nell'arco di un anno.

E' la prima volta nella storia di Israele, ha rimarcato oggi il quotidiano Haaretz, che due candidati falliscono nel tentativo di formare una coalizione di governo. (Segue)