Israele e Stati Uniti, fronte comune contro l'Iran e dichiarazione di sicurezza

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il Primo Ministro israeliano Yair Lapid si sono incontrati per sottoscrivere una dichiarazione di sicurezza per riaffermare il loro fronte unito contro l'Iran. La notizia si apprende da fonti diplomatiche.

"Questa dichiarazione è piuttosto significativa e include l'impegno a non permettere mai all'Iran di acquisire un'arma nucleare e ad affrontare le attività destabilizzanti dell'Iran, in particolare le minacce a Israele", ha dichiarato un funzionario dell'amministrazione Biden.

Biden è atterrato mercoledì all'aeroporto Ben Gurion, vicino a Tel Aviv, per il primo tour in Medio Oriente della sua presidenza, che lo vedrà incontrare i leader israeliani e palestinesi prima di volare in Arabia Saudita.

Lapid, leader ad interim di Israele in vista delle elezioni di novembre, aveva comunque già anticipato pubblicamente che l'Iran sarebbe stato in cima all'agenda dei suoi colloqui con il presidente statunitense.

La dichiarazione riafferma "i legami indissolubili tra i nostri Paesi e amplierà le relazioni di sicurezza di lunga data tra Stati Uniti e Israele", come ha testualmente dichiarato il funzionario statunitense.

Fonti israeliane affermano che il documento "sarà una testimonianza vivente della qualità unica, della salute, della portata, della profondità e dell'intimità delle relazioni tra Stati Uniti e Israele".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli