Israele, Gantz lancia appello per governo di unità nazionale -3-

Mgi

Roma, 26 mar. (askanews) - Il partito Bianco e Blu aveva inizialmente proposto un candidato proveniente dall'ala del movimento contraria a Netanyahu, ma il Likud ha avvertito che in tal caso avrebbe immediatamente interrotto i negoziati per un governo di unità. Gantz si è quindi offerto come candidato temporaneo - potrebbe successivamente cedere l'incarico a un membro del Likud, qualora l'accordo fra i due principali partiti prosperasse - provocando però un terremoto in seno alla sua stessa formazione.

Prima della crisi provocata dal coronavirus Gantz - appoggiato anche dalla sinistra e dai partiti arabi - poteva contare teoricamente su una maggioranza di 61 seggi alla Knesset; un'eventuale coalizione con il Likud garantirebbe quasi una settantina di seggi su 120, ma il partito di Netanyahu rimarrebbe quello di maggioranza relativa.