Israele-Gaza, sì al cessate il fuoco

·3 minuto per la lettura

Il gabinetto di sicurezza di Israele ha votato per accettare il cessate il fuoco con Gaza. L'ufficio del premier israeliano Benjamin Netanyahu ha reso noto con una dichiarazione che il gabinetto di sicurezza ha deciso di accettare la proposta egiziana per "un cessate il fuoco reciproco" con Hamas "senza nessuna pre-condizione".

Secondo quanto riportano i siti israeliani, i ministri hanno votato all'unanimità in favore del cessate il fuoco dopo che i vertici militari hanno indicato che Israele negli 11 giorni di campagna di bombardamenti ha centrato tutti i possibili obiettivi militari nel conflitto con Hamas a Gaza. "Hamas ha subito gravi perdite ed è stata scoraggiata", è stato detto ai ministri durante la riunione, secondo quanto riporta Ynet.

Anche Hamas conferma la "tregua reciproca e simultanea" a partire dalle 2 di venerdì.

"La resistenza ha forgiato una nuova equazione ed una nuova vittoria", ha detto l'alto funzionario di Hamas Osama Hamdan, intervistato dall'emittente libanese Al-Mayadeen, sottolineando che nelle trattative per la tregua Hamas ha ottenuto assicurazioni sulla politica di Israele riguardo il Monte del Tempio e la zona di Gerusalemme Est di Sheikh Jarrah, dove decine di famiglie palestinesi rischiano lo sfratto.

Parlando con la radio dell'esercito israeliano, funzionari israeliani hanno definito "assurde e false" le notizie che si siano raggiunti accordi con Hamas riguardo a Gerusalemme. "Il cessate il fuoco è libero da ogni condizione", hanno ripetuto.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha ordinato l'invio di due delegazioni di sicurezza in Israele e nei territori palestinesi per lavorare per il mantenimento dell'appena annunciato cessate il fuoco. Lo ha reso noto la televisione egiziana.

"Queste ostilità hanno provocato la tragica morte di tanti civili, compresi bambini, io rivolgo le mie sincere condoglianze a tutte le famiglie, israeliane e palestinesi, che hanno perso i loro cari". Lo ha detto Joe Biden nel discorso con cui ha confermato che Israele e Hamas hanno accettato un cessate il fuoco.

Biden ha ringraziato il presidente egiziano Al-Sisi e gli altri funzionari per il "ruolo svolto" per raggiungere l'accordo del cessate il fuoco. Ma ha anche sottolineato l'impegno degli Stati Uniti, della sua diplomazia e personale, a sostegno dei negoziati.

Biden ha detto di aver parlato con Netanyahu sei volte negli 11 giorni di conflitto e che il premier israeliano l'ha ringraziato per il sistema di difesa Iron Dome. Biden ha detto di avergli assicurato "il mio pieno sostegno a rifornire il sistema Iron Dome per assicurate la sua difesa in futuro". "Gli Stati Uniti - ha aggiunto - sostengono a pieno il diritto di Israele all'autodifesa contro gli attacchi di razzi indiscriminati di Hamas che hanno provocato la morte di civili innocenti in Israele".

"Gli Stati Uniti rimangono impegnati a lavorare con l'Onu e gli altri partner internazionali per rilanciare rapidamente l'assistenza umanitaria e guidare il sostegno internazionale alla popolazione di Gaza e gli sforzi per la sua ricostruzione", ha evidenziato il presidente Usa, sottolineando che "faremo questo in piena partnership con l'Autorità nazionale palestinese e non con Hamas". Anzi, ha aggiunto, verrà fatto in modo che si impedisca ad Hamas di "tornare ad armarsi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli