Israele, la Knesset elegge Herzog come capo di Stato

·2 minuto per la lettura
herzog israele
herzog israele

Nella giornata del 2 giugno la Knesset ha eletto il laburista Isaac Herzog nuovo presidente di Israele. Herzog, che si insedierà ufficilamente il prossimo 9 luglio succedento all’attuale presidente Reuven Rivlin, è riuscito a superare con 87 voti su 120 la sfidante Miriam Peretz, insegnante e attivista. Le elezioni per l’undicesimo presidente di Israele si sono svolte mentre il nuovo parlamento uscito dalla recente tornata dello scorso marzo si sta ancora accordando su quale potrà essere il successore del primo ministro Benjamin Netanyahu, al potere dal ormai 12 anni.

Isaac Herzog eletto nuovo presidente di Israele

Figlio di Chaim Herzog, che fu a sua volta presidente di Israele dal 1983 al 1993, Isaac Herzog è attualmente presidente dell’Agenzia ebraica per Israele, una delle principali organizzazioni sionista operanti nello stato. Leader del partito laburista dal 2013 al 2017, si candidò a primo ministro nelle elezioni del 2015 per poi assumere il ruolo di capo dell’opposizione dal 2013 al 2018.

A livello politico è stato inoltre ministro nel primo decennio del XXI secolo, sotto i governi di Ehud Olmert e Ariel Sharon. Herzog ha ricoperto in ordine il ruolo di ministro dell’Edilizia abitativa, ministro del Turismo, ministro della Diaspora, della società e della lotta contro l’antisemitismo e ministro del Benessere e dei Servizi sociali.

Israele, Herzog prevale sulla sfidante Miriam Peretz

Nel corso della votazione, Herzog ha prevalso a larga maggioranza sulla sfidante Miriam Peretz, insegnante e attivista affacciatasi solo di recente nella politica israeliana. La sua discesa in campo è avvenuta infatti dopo la perdita del marito e di due dei suoi sei figli in combattimento, nel sud del Libano e a Gaza. Nel 2018 è stata la vincitrice del prestigioso Israel Prize, una delle più alte onorificenza culturali dello stato di Israele.

Israele: Herzog presidente, ma continua lo stallo politico

Nel frattempo sono ancora in corso le trattative tra i partiti per la nomina del prossimo primo ministro di Israele. Dopo mesi di tentativi di accordi per porre fine all’era Netanyahu, in queste ore il centrista Yair Lapid dovrebbe scogliere la riserva e comunicare al neo presidente Herzog di essere in grado di formare un nuovo governo, già definito “coalizione di unità nazionale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli