Israele partner strategico per diversificazione energetica - Giorgetti

·1 minuto per la lettura
il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti a Roma

MILANO (Reuters) - L'Israele è un importante partner dell'Italia per la diversificazione delle fonti energetiche e la ricerca comune nella produzione e trasporto dell'idrogeno verde potrà dare nuovo impulso a progetti infrastrutturali come il gasdotto Eastmed.

E' quanto è emerso nel corso di un incontro a Gerusalemme tra il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e la ministra israeliana delle Infrastrutture nazionali, Energia e Risorse idriche, Karine Elharrar.

"Israele si conferma partner importante per diversificare l'approvvigionamento energetico anche tramite Gnl", ha dichiarato Giorgetti, secondo una nota.

"La crisi che stiamo vivendo non è solo economica. Dobbiamo riflettere sul fatto che la posizione dell'Italia nel mediterraneo è centrale e può essere, in un futuro prossimo, la porta strategica per il passaggio del gas e di altre fonti energetiche verso l'Europa", ha proseguito il ministro.

Nel corso dell'incontro è emersa la volontà dei due paesi di collaborare per lo sviluppo delle energie rinnovabili e della transizione verde per l'industria.

Grecia, Cipro e Israele hanno firmato a inizio 2020 un accordo per la costruzione del gasdotto Eastmed che punta a trasportare il gas dai siti offshore di Israele e Cipro alla Grecia e all'Italia per aiutare l'Europa a diversificare le risorse energetiche.

(Giuseppe Fonte, in redazione Andrea Mandalà, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli