In Israele via libera per le quarte dosi di vaccino agli anziani e ai fragili

·1 minuto per la lettura

AGI - Israele potrà somministrare la quarta dose di vaccino Pfizer contro il Covid-19 agli over 60 anni, alle persone più a rischio e al personale medico. E' questa la raccomandazione espressa dagli esperti del Pandemic Response team, in risposta alla nuova variante Omicron del coronavirus, che dovrà ora ricevere l'approvazione finale del direttore generale del ministero della Sanità, Nachman Ash. Secondo gli esperti, la dose potrà essere somministrata quattro mesi dopo la terza. 

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett ha espresso apprezzamento per la decisione, perché "ci aiuterà a superare l'ondata di Omicron che sta investendo il mondo". Bennett ha sottolineato che “i cittadini di Israele sono stati i primi nel mondo a ricevere la terza dose e continuiamo ad essere i pionieri anche con la quarta dose".     

L'ufficio del premier ha precisato che la campagna partirà nei prossimi giorni e il ministro della Sanità, Nitzan Horowitz, ha scritto su Twitter: “Un altro vaccino per le persone con più di 60 anni e per il personale medico di tutte le età. Questa è la nostra priorità per Omicron: proteggere gli adulti più vulnerabili e proteggere il personale medico. Non c'è bisogno di aspettare. Vai a vaccinarti".     Come precisano oggi i media, sono oltre quattro milioni gli israeliani che hanno ricevuto la terza dose, su circa 9,3 milioni di persone. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli