Iss: 22,6% fumatori espone i bambini a fumo passivo

(Adnkronos) - I fumatori consentono più facilmente ai bambini di essere esposti al fumo passivo: dichiara di farlo il 22,6% di chi fuma mentre la percentuale scende al 5,5% nel caso di ex-fumatori e al 4,7% dei non fumatori. E' quanto emerge dal Report sul fumo, realizzato dall'Istituto superiore di Sanità, per la Giornata mondiale senza tabacco, in calendario domani.

In generale consentire di fumare in casa ai propri ospiti è un comportamento fortemente legato allo stato attuale di fumatore. Infatti mentre non consente di far fumare all’interno della propria casa il 45% dei fumatori (erano il 48,9% nel 2019), non lo consentono il 75,4% degli ex-fumatori (erano il 74,9% nel 2019) e l’83,5% dei non fumatori (erano l’80,4% nel 2019). In diminuzione pertanto il comportamento virtuoso da parte dei fumatori, ma in aumento il divieto di fumare in casa da parte degli ex-fumatori e dei non fumatori. Dopo oltre 15 anni dall’entrata in vigore della legge Sirchia, il rispetto del divieto di fumo nei luoghi chiusi è diventato un comportamento adottato nella maggior parte dei casi e in tutta Italia, con un sostanziale rispetto della legge.

"Purtroppo - indica l'Iss - l’introduzione sul mercato di prodotti alternativi alla sigaretta tradizionale (e-cig e sigarette a tabacco riscaldato) e una legislazione non ancora adeguata ai nuovi scenari del mercato di questi prodotti, stanno rimettendo in discussione l’educazione al comportamento rispettoso nei confronti dei non fumatori. Infatti, il 66,8% degli utilizzatori di e-cig (erano il 62,6% nel 2019) ed il 74,6% dei fumatori di sigarette a tabacco riscaldato (erano il 62% nel 2019) si sentono liberi di usare questi prodotti nei luoghi pubblici (mezzi di trasporto pubblici, privati, locali, bar, ecc..)".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli