Ist.Oncologico Veneto: nuovi studi su tumore a polmone... -2-

Bnz

Padova, 1 lug. (askanews) - "Per una medicina di precisione il profilo genetico del tumore un elemento essenziale - dichiara il direttore generale Giorgio Roberti -. Da sempre lo IOV impegnato nel campo della personalizzazione delle cure. Due pazienti affetti da quello che sembra uno stesso tipo di tumore, possono rispondere in maniera diversa alla stessa terapia. La ragione di questo diverso comportamento scritta nel DNA. Il genoma del tumore di ogni paziente unico, ma esiste una serie finita di schemi ricorrenti. Gli studi dei nostri specialisti hanno l'obiettivo di scoprirli, per questo il nostro motto : non c' cura senza ricerca".

Il primo studio, pubblicato sul British Journal of Cancer, riguarda l'individuazione precoce di una particolare mutazione genetica nelle persone con tumore al polmone in stadio avanzato o metastatico, neoplasia a prognosi severa. La ricerca stata svolta assieme al gruppo di Oncologia Medica 2 diretto dal professor Pierfranco Conte, in stretta collaborazione con la dottoressa Laura Bonanno.

"Attualmente le terapie sistemiche utilizzate sono la chemioterapia, l'immunoterapia e la terapia target o a bersaglio molecolare - spiega il dottor Indraccolo -. Partendo da una piccola biopsia tumorale possibile studiare il profilo genetico del tumore, individuando le mutazioni nel DNA che ne sostengono la crescita e spesso si possono utilizzare farmaci specifici per queste mutazioni, offrendo una terapia personalizzata".