Istat, Brunetta: dati disastrosi per il nostro Paese

Pol/Vlm

Roma, 31 gen. (askanews) - "L'Italia è tornata in recessione. Il Governo giallorosso, a guida del Partito Democratico, non è in grado di governare l'economia, soprattutto alla luce dei dati di oggi sul Pil, disastrosi di un Paese come l'Italia, che è pur sempre la seconda potenza manifatturiera d'Europa. Il Pil è sceso del -0,3% su base trimestrale nell'ultimo trimestre del 2019, come rilevato oggi dall'Istat, il peggior calo addirittura dal 2013, quando al Governo, guarda caso, c'era sempre la sinistra. La decrescita acquisita per il 2020 è del -0,2%. Il risultato ha sorpreso gli analisti, che si aspettavano un miglioramento del +0,1%. Invece, si è registrato un calo. Altro che ripresa". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Soltanto ieri, sempre l'ISTAT aveva diffuso i dati sul mercato del lavoro, che ha registrato la perdita di ben 79mila posti in un solo mese, soprattutto di quelli a tempo indeterminato, ovvero i migliori. Cifre che portano a 215mila il totale dei posti andati in fumo nell'ultimo anno per via delle crisi industriali alle quali il Governo non ha mai saputo trovare una soluzione ai tavoli di confronto. La maggior parte di queste si trovano nelle 6 regioni dove si voterà il prossimo maggio. Siamo convinti che gli elettori ne terranno conto, come hanno fatto in Calabria", conclude.