Istat, Brunetta: industria in calo e disoccupazione in crescita

Pol-Afe

Roma, 10 set. (askanews) - "I dati macroeconomici dell'Istat sulla produzione industriale mostrano l'insuccesso della politica economica portata avanti da Lega e Movimento Cinque Stelle nell'ultimo anno, tutta improntata a misure assistenzialiste e stataliste, dal reddito di cittadinanza, alla quota 100, senza essersi mai preoccupati delle imprese e della manifattura. Non c'è quindi da stupirsi se ora i risultati sono questi: industria in contrazione, disoccupazione e cassintegrazione in aumento, crescita zero. Difficile sperare che il nuovo Governo possa far meglio, considerando che il Movimento Cinque Stelle continuerà a sostenere le stesse misure e che il Partito Democratico dovrà farne altre in deficit, tipiche della sinistra, come l'aumento di spesa per i vari gruppi d'interesse, l'assunzione di dipendenti pubblici e il finanziamento della spesa assistenziale. Senza contare che, tra pochi giorni, dovrà dimostrare dove troverà tutte le risorse per finanziare la Legge di Bilancio". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.