Istat, E.Savino (Fi): drammatico calo demografico al Sud

Pol/Vlm

Roma, 11 feb. (askanews) - "In Italia nascono sempre meno bambini. Nel 2019 il saldo naturale ha fatto registrare uno spaventoso -212 mila unità, dovuto alla differenza tra 435 mila nascite e 647 mila decessi. La popolazione residente è in diminuzione e il calo riguarda soprattutto le regioni del Mezzogiorno (-6,3 per mille). E' un dato drammatico". Lo afferma la deputata di Forza Italia Elvira Savino.

"Non ci sono politiche per la famiglia - aggiunge Savino - non ci sono politiche per favorire la natalità, non ci sono politiche per l'occupazione, non ci sono politiche per lo sviluppo industriale. La secessione ormai è nei numeri: il Sud si allontana sempre di più dal resto d'Italia. Occorre istituire una sessione parlamentare speciale sul Sud, una sorta di sessione di bilancio annuale in cui il Parlamento stanzia le risorse necessarie e predispone quei provvedimenti normativi idonei a colmare il gap fra le varie regioni del Paese. Un abitante del Nord-ovest guadagna in media 36,2mila euro all'anno; un abitante del Nord-est 35,1mila euro; un abitante del Centro 31,6mila euro; un abitante del Sud appena 19mila euro. I meridionali sono sempre di meno, sempre più poveri e sempre più abbandonati dal Governo".