Istat, Italia meno indebitata nel 2016: aumenta potere acquisto

redazione web
Istat, Italia meno indebitata nel 2016: aumenta potere acquisto

Il deficit dei conti pubblici italiani è stato pari nel 2016 al 2,4% del Pil, in riduzione di 0,3 punti percentuali rispetto al 2015. Lo riferisce l'Istat, confermando la stima diffusa il 1 marzo. Nel quarto trimestre dello scorso anno l'indebitamento netto in rapporto al Pil è stato del 2,3%, stabile rispetto allo stesso trimestre del 2015.

Nel 2016 il potere d'acquisto delle famiglie italiane è aumentato dell'1,6%. L'Istat precisa tuttavia che nel quarto trimestre dello scorso anno il potere d'acquisto ha frenato, in discesa di 0,9 punti percentuali rispetto ai tre mesi precedenti.

Il reddito disponibile delle famiglie, precisa l'istituto statistico, è diminuito nel quarto trimestre del 2016 dello 0,6% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,5%. Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è diminuita di 1,0 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, scendendo all'8,0%.

La pressione fiscale nel quarto trimestre del 2016 è diminuita di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2015, scendendo al 49,6%.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità