Istat: mancano nidi e troppi bambini anticipano scuola, specie a sud -2-

Red/Gtu

Roma, 10 giu. (askanews) - Considerando l'intero percorso educativo e scolastico da 0 a 6 anni, le prime evidenze che emergono - sottolinea l'Istat - sono relative proprio a questa criticit: gli anticipi nella scuola di infanzia sembrano trarre origine dagli squilibri del segmento educativo dei 0-3 anni con conseguenze che si estendono anche alle fasce di et successive.

A livelli anomali di iscrizioni anticipate alla scuola d'infanzia corrispondono, infatti, sul territorio numerosi anticipi anche nella scuola primaria, fenomeno che nelle regioni del Sud interessa mediamente il 16% dei bambini di 5 anni. Si configura cos uno scenario in cui "l'iscrizione anticipata alla scuola primaria pu diventare il naturale proseguimento di un percorso scolastico iniziato in maniera inappropriata con l'iscrizione dei bambini di 2 anni alla scuola d'infanzia piuttosto che al nido".

"Una scelta - avverte l'Istat - dettata da motivi economici e di scarsit dell'offerta, che pu avere ripercussioni sull'intero percorso scolastico, con lo slittamento in avanti di tutte le classi frequentate indipendentemente dalla reale propensione dei bambini all'apprendimento precoce".