Istat, per quasi 1 famiglia su 3 peggiora la situazione economica

·1 minuto per la lettura
featured 1599053
featured 1599053

Roma, 21 apr. (askanews) – Quasi una famiglia su tre ha visto peggiorare la propria situazione economica, nonostante gli indicatori di benessere economico evidenzino un quadro di lento miglioramento dopo lo choc subito dal sistema economico a causa della pandemia. Aumentano inoltre le famiglie che arrivano a fine mese con grande difficoltà. È quanto emerge dal rapporto Bes 2021 “Il benessere equo e sostenibile in Italia” diffuso dall’Istat.

Il perdurare dell’emergenza sanitaria ha determinato nel 2021 un ulteriore incremento della quota di famiglie che dichiarano di aver visto peggiorare la propria situazione economica rispetto all’anno precedente: dal 29% del 2020 si arriva al 30,6% nel 2021, quasi cinque punti percentuali in più rispetto al 2019 (25,8%).

Nel 2021, il reddito disponibile delle famiglie e il potere d’acquisto hanno segnato una ripresa, pur restando al di sotto dei livelli precedenti la crisi. La crescita sostenuta dei consumi finali, d’altra parte, ha generato una flessione della propensione al risparmio che, tuttavia, non è tornata ai valori pre-pandemia.

Una quota consistente di famiglie, praticamente una su tre, dichiara che il Covid-19 ha subito una perdita di reddito per il proprio nucleo familiare. L’11,3% ha avuto bisogno di ricorrere ad aiuti economici da parte di familiari o parenti e il 9% delle famiglie ha chiesto prestiti o finanziamenti bancari.

Inoltre, una quota pari al 9% di persone ha dichiarato di arrivare a fine mese con grande difficoltà, in aumento rispetto al 2019 quando era pari all’8,2%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli