Istat, Polidori (Fi): dati naturale conseguenza decrescita infelice

Pol/Bac

Roma, 11 feb. (askanews) - "Gli allarmanti dati Istat sugli indici demografici destano grande preoccupazione per l'avvenire della nostra nazione, tuttavia non sorprendono, considerato il profondo stato di crisi economica ed occupazionale, la brusca frenata della produzione industriale, il calo del PIL e dei consumi. Direi che sono la naturale conseguenza della decrescita infelice teorizzata dalla principale delle forze al Governo e purtroppo sposata dagli alleati". Lo dichiara la vicepresidente del gruppo Forza Italia alla Camera e responsabile nazionale di Azzurro Donna, Catia Polidori.

"Le culle vuote - aggiunge - sono intimamente connesse all'incertezza economica e lavorativa e sono indicative della sfiducia con la quale soprattutto le giovani coppie guardano al futuro. Urgono adeguate politiche sociali, di vero sostegno alle famiglie e di incentivo alla maternità, affinché le donne possano essere madri-lavoratici e non o le une o le altre. Il Governo cessi le guerre intestine e lavori in questo senso oppure vada a casa e lasci al centrodestra il compito di restituire agli italiani la speranza".