Istituita commissione di inchiesta sul caso di Denise Pipitone

·3 minuto per la lettura
Piera Maggio
Piera Maggio

In relazione al caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004, Piera Maggio ha annunciato l’istituzione di una commissione d’inchiesta.

Denise Pipitone, Piera Maggio: “Finalmente una commissione d’inchiesta sul caso Denise”

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 novembre, la mamma di Denise Pipitone, Piera Maggio, ha postato un messaggio sui suoi canali social attraverso il quale ha annunciato l’istituzione di una commissione d’inchiesta sul caso della piccola scomparsa da ormai 17 anni.

A questo proposito, Piera Maggio – firmando il post a suo nome e a nome del padre di Denise, Pietro Pulizzi – ha scritto su Facebook quanto segue: “Finalmente una commissione d’inchiesta sul caso Denise. Prima seduta giovedì 2 dicembre. Ringraziamo dal profondo del cuore tutti coloro che si sono interessati alla commissione d’inchiesta. Auspichiamo che si faccia chiarezza su tutta la vicenda. La figlia di tutti gli italiani: Denise Pipitone merita Verità e Giustizia”.

Denise Pipitone, la richiesta di archiviazione della Procura di Marsala

Il caso di Denise Pipitone continua a essere una delle più importanti vicende che da sempre si trova al centro della cronaca nazionale. In particolare, c’è grande attesa per gli esiti dell’udienza che deciderà se archiviare o meno le indagini a carico di Anna Corona e Beppe Della Chiave. La richiesta di archiviazione è stata recentemente presentata dalla Procura di Marsala.

In questo contesto, il programma Storie Italiane ha deciso di soffermarsi sul caso di Denise Pipitone e sulla richiesta di archiviazione e ha affrontato simili temi con l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta.

In occasione della sua partecipazione al programma condotto da Eleonora Daniele, l’avvocato Giacomo Frazzitta si è detto fiducioso nella giustizia e, in attesa della sentenza, ha affermato: “Noi siamo sempre stati fiduciosi verso la Procura e i giudici e io ho sempre detto di avere pazienza e di avere fiducia nella magistratura, sia quando le cose piacciono, sia quando non piacciono. L’opposizione che abbiamo depositato non è assolutamente un modo per screditare la Procura di Marsala, che ha consentito con il suo operato di farci ritornare qui. Il procuratore ha detto che continuerà a cercare Denise. Noi apprezziamo queste parole e lo ringraziamo”.

Denise Pipitone, Piera Maggio sulla richiesta di archiviazione: “Vogliamo la verità”

La trasmissione Rai, poi, ha raggiunto anche Piera Maggio che ai microfoni di Storie Italiane ha dichiarato: “Vogliamo la verità, siamo molto stanchi, molto provati. Si sono riservati di decidere, altro non possiamo comunicare in questo momento. Cosa vogliamo? Lo sapete tutti, ormai. Noi vogliamo la verità”.

A quanto si apprende, il giudice ha chiesto del tempo per esaminare la richiesta di archiviazione delle indagini a carico di Anna Corona e Beppe Della Chiave. A questo proposito, gli ospiti presenti nello studio di Storie Italiane si sono detti conviti che esistano troppi aspetti ancora non approfonditi sulla vicenda e, per questo motivo, il giudice rigetterà la richiesta di archiviazione.

A ogni modo, non resta che attendere che il giudice pronunci la sentenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli